SPETTACOLI    
 
   
     
Pirù, Pirù  
 

“Pirù, Pirù” è uno spettacolo di burattini “a guanto” in baracca, ispirato al repertorio del teatro popolare dei burattini.

Un  genere di spettacolo rivolto al pubblico di ogni età, ove si narravano vicende e storie con temi semplici ed essenziali, legati alla vita quotidiana e al conflitto primi-genio tra il Bene e il Male; i protagonisti di queste storie erano abitualmente le “maschere” derivate dalla Commedia dell’Arte.

“Pirù, Pirù” vuole essere un omaggio a questa tradizione, e nel protagonista Pirù si possono ritrovare i caratteri fondamentali comuni alle principali maschere del teatro europeo di burattini, Pulcinella, Punch, Polichinelle, Petruska, Kaspar, personaggi che incarnano la sensibilità, l’ironia, certa furbizia e acutezza d’ingegno ed il cinismo distaccato della gente semplice di fronte ai problemi dell’esistenza.

La trama dello spettacolo presenta Pirù, che mentre riposa in casa tranquillo viene visitato dalla Morte, invaghitasi di lui e che vuole condurlo via con se; egli riesce a sfuggirle, ma per una serie di sfortunate e comiche coincidenze, la Morte finisce per rapire la moglie di Pirù, Elvira. Pirù viene ingiustamente accusato della sparizione della moglie, arrestato e condannato, ma riesce a fuggire dal carcere grazie  ad un patto stretto proprio con la Morte. Quando quest’ultima ritorna per esigere che Pirù mantenga le promesse, egli rifiuta e tra i due si ingaggia una furibonda lotta che porterà infine alla vittoria di Pirù e alla liberazione di Elvira.

Lo spettacolo ha ricevuto nel 1991 il Premio “Fauno d’Argento”, a Silvano d’Orba (AI) ed é stato rappresentato in più di 500 repliche in Italia e nelle tournées estere della compagnia in Belgio, Croazia, Germania, Slovenia, Spagna e Svizzera.

Creazione, allestimento e animazione: Walter Broggini
Burattini: Walter Broggini
Costumi: Elide Bolognini
Struttura, scenografia ed accessori di scena: Attilio Broggini

 
   
 
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

SCHEDA TECNICA
Pubblico: adatto per ogni genere di pubblico a partire dai tre anni
Durata dello spettacolo: 1 ora
Luogo: lo spettacolo é rappresentabile indifferentemente sia in spazi chiusi oscurabili (teatri, sale, palestre, etc.) che all’aperto
Spazio per struttura: in piano, m. 3.50 largh. x m. 3.00 prof. x m. 2.80 h
Elettricità: 1 presa 220 V, 3Kw
Tempo di montaggio: 2 ore
Tempo di smontaggio: 1 ora e trenta minuti